Salute
Ambiente
Sport
Società
Beni culturali
Patrimoni edilizi
Imprese
Economia
Scuola
Università
Turismo Enogastronomia Virtual
Poleis
Innovazione
Tecnologica
 
 ambiente turismo    NOTIZIE O Line

L’Umbria dei festivals al FuoriSalone

All’Accademia di Brera di Milano, occhi puntati sui festivals umbri


Se ieri, presso la Sala della Passione, era stata la volta del Festival di Spoleto, con l’anticipazione del progetto teatrale dedicato al Cardinale Carlo Maria Martini, per il testo di Marco Garzonio e la regia di Felice Cappa, sono stati oggi altri tre grandi festivals umbri a tenere la scena al Cortile Napoleonico dell’Accademia di Brera a Milano, nel corso degli eventi che, nel contenitore/laboratorio “Spazio Umbria”, la Regione Umbria ha promosso per l’intera settimana con l’obiettivo di diffondere il proprio “brand” e immagine turistica, nell’ambito delle iniziative del “FuoriSalone”, in collaborazione con alcune aziende umbre di eccellenza nel campo del design.
Il programma dell’“Umbria Jazz” del Quarantennale è stato presentato dal direttore artistico Carlo Pagnotta, accompagnato da due storiche (“Abbiamo 150 anni in due”, hanno scherzato) “firme” del giornalismo musicale italiano, Vittorio Franchini e Franco Fayenz, completo - novità annunciata oggi in conferenza-stampa - del concerto che sabato 13 luglio il pianista Stefano Bollani terrà all’Arena di Perugia con l’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia (fondata nel 1908 e diretta dai più importanti musicisti del XX secolo), con musiche di Bernstein, Ravel e Gershwin. Per il resto – come ha detto Carlo Pagnotta – il Quarantennale di “Umbria Jazz” sarà celebrato (a Perugia dal 5 al 14 luglio) “con quanto c’è di meglio nel jazz attuale”, negli States e in Italia, “un’edizione di grande prestigio all’altezza della sua fama – ha detto –, con nomi come Sonny Rollins, Enrico Rava, Paolo Fresu, Keith Jarret, Herbie Hancock, Chick Corea, Wynton Marsalis, Diana Krall, John Legend, Gal Gosta, Gilberto Gil, Pino Daniele, Mario Biondi, Dee Dee Bridgewater con Ramsey Lewis”.
Per il TodiFestival (Todi, 23 agosto – 1 settembre), gran ritorno di Silvano Spada, che della manifestazione fu l’ideatore e il presidente dal 1987 al 1998. Un Silvano Spada che esprime un forte apprezzamento per lo “Spazio Umbria” e il “brand” della regione, che fa da contenitore e collante delle varie iniziative: “avanti così” – ha detto -, è la strada giusta, il giusto rapporto che l’Umbria, le sue manifestazioni culturali, le sue produzioni di eccellenza devono avere con Milano. È stata per me una soddisfazione – ha aggiunto – vedere all’Accademia di Brera la presenza, per la mostra di McCurry e il concerto di Danilo Rea e Ramberto Ciammarughi, la Milano che conta, la Milano interessata all’Umbria, che è quella che poi verrà a trascorrere le vacanze da noi e a partecipare ai nostri festivals e alle nostre iniziative culturali”.
“Todi, l’Umbria hanno incontrato Milano, hanno rinnovato il loro rapporto con la società e la cultura milanese, ben presente nelle nostre produzioni culturali”, ha sottolineato Spada, incontrandosi stamani con i giornalisti nella loggia del Cortile Napoleonico, alla presenza del sindaco di Todi Carlo Rossini e dell’assessore alla Cultura Andrea Caprini. E ha ringraziato la neopresidente del Conservatorio di Milano Maria Grazia Mazzocchi (colei che ha dichiarato di voler diffondere la musica a macchia d’olio sulla città, intrecciando nuovi rapporti con il mondo della musica e del design, e creando una rete di istituzioni per far nascere una sorta di “lungo festival” in occasione dell’Expò), per aver visitato come suo primo atto (e – ha sottolineato Spada – “in piena sintonia con le sue idee”) lo “Spazio Umbria”. Oltre a dar voce alle tematiche femminili, il TodiFestival 2013 – ha anticipato Spada – presenterà uno spettacolo di particolare interesse, “American Bar”, prodotto dall’“Accademia del Musical”: un viaggio fra le note e le atmosfere degli Anni Sessanta, compiuto non con “nostalgia retrò”, ma con gli occhi e le suggestioni degli adolescenti di oggi, curiosi del passato dei loro genitori (e forse anche nonni).
Giuliano Giubilei, giornalista televisivo e presidente del Festival delle Nazioni di Città di Castello, parla della 46esima edizione del festival, che si svolgerà nella città umbra dal 27 agosto al 7 settembre. “Ogni anno – spiega – c’è una nazione ospite, come lo sono state l’Ungheria, la Gran Bretagna, la Russia e l’Italia del 150esimo anniversario dell’Unità. Quest’anno, abbiamo scelto l’Europa. Ci è sembrato importante – sottolinea – riflettere in questi momenti difficili sugli intrecci che hanno contribuito a formare, insieme alle radici storiche, filosofiche e religiose, una condivisa identità culturale e musicale del nostro continente, dando come festival un contributo al rilancio e alla crescita di una idea di Europa Unita, mostrando quanto davvero unita sia da secoli l’Europa, nel segno della musica e della cultura”. Tra le presenze di spicco di questa edizione, il violoncellista Mario Brunello, massimo interprete delle composizioni per violoncello di Bach, influenzate da Vivaldi e Albinoni.
Giovanni Tarpani, coordinatore per la Regione di “Spazio Umbria” per la Regione, sottolinea come le aziende umbre presenti, Listone Giordano, Blue Side, Tagina, Palazzo Morelli e Ruco Line, abbiano scelto “Spazio Umbria” come privilegiato luogo d’incontro per i loro ospiti: “È un fatto che testimonia l’interesse dell’iniziativa e, soprattutto, il valore aggiunto del ‘brand Umbria’”.


(11-04-2013 10:29)



 
[ stampa ]    [ archivio ]  [ home ]

Un Castello all'orizzonte di Postigliano

L'arte invade il porto di Marina di Scarlino

"La rana gracida", la storia del partigiano Renato Masi arriva a San Lorenzo a Merse

Notte europea dei musei nelle Terre di Siena, ventisei sedi da visitare sotto le stelle

"Arte nel buio", a Siena due appuntamenti per vedenti e non vedenti

Tano Pisano per Marco Pantani

L'Umbria in Tavola al Bosco di San Francesco

Stefano Bollani e Piergiorgio Odifreddi per gli “Scaffali d’autore”

Sinalunga celebra la Liberazione con la prima Settimana Resistente

L’Umbria dei festivals al FuoriSalone

“La tempesta perfetta” incombe su Siena

Pavimenti pugliesi nella mostra di Giuseppe Restano

Poesia contemporanea, se ne parla con Antonio Prete

Siena sfida la crisi, visitala con 10 euro

8 marzo, musei in rosa per un weekend speciale

Spello, al via da oggi il “Festival del Cinema”

Foligno e Ascoli insieme per un progetto di pace

Aperto all’Aeroporto di Fiumicino un nuovo Ferrari Spazio Bollicine

E78 Fano-Grosseto, ecco il nuovo progetto

 


Pubblicato in S.Mariano - Perugia - Italia - Ultimo aggiornamento: 11-04-2013 alle :